(mercoledì)

Il mare è bello vivo,
sveglio:
nel suo azzurro cantante.
Tutto una pace liquida,
un manto di velluto.
Le spume lo dipingono di luce,
giocando a nascondino
con le rocce pazienti.
Le vogliono plasmare,
le vogliono vestire,
le vogliono sterrare.
E le rocce sorridono di sole.

Tutto è giovane e lieto.
Un giorno mai apparso all'orizzonte.
Un nuovo "sì" del nostro Creatore.