Stampa 

                 ...d'inverno
Dio alzò la mano e disse alla notte: "Fermati!
Non estendere oltre il tuo potere.
Non mangerai la luce".

La notte si fermò.
S'inchinò al Creatore
e iniziò la discesa:
dolcemente, a poco a poco.

E l'uomo si sentì tutto gioioso
di crescente fulgore.
Ma non ne fu abbagliato
perché sempre la notte
si posò riposante sui suoi occhi.

                 ... d'estate
Dio disse al sole:
"Riposa la tua luce
Rallenta il tuo fulgore,
non estendere più
la tua fiamma bruciante.
Devi sperimentare
l'impotenza parziale,
ma non ti spegnerai.
Io ti dirò Ritorna".

E l'uomo si sentì avvolto
dalla penombra, mai dal buio totale
perché le stelle brillarono per lui.

Signore, tu sei luce e mistero.
Confido in te, Signore,
mi perdo nel tuo amore.