(Gressoney)

II sole a cavalcioni fra due monti
guarda di sbieco un fantasma di luna
e fa il solletico a una chiesa nana,
che ride tutta e lo invita a giocare.