Si gonfia come uno spasimo
d'anima.
S'agita, si contorce,
assetata di cielo.
È un dramma d'ascensione.
S'affloscia un solo istante,
in un agguato acuto di speranza
contro la corda che l'inchioda;
poi dà uno strappo.
Infonde il suo vibrare
nelle fibre dell'asta
che s'assottiglia a pungere la luce.
E volteggia scandendo l'ideale.
L'aria assorbe l'immenso:
e la bandiera ha fremiti di gloria.