Sui rami degli alberi neri
San Giuseppe ha lasciato la sua firma:
un brulicar di gemme ardimentose
che pungono la luce.
Marzo tesse un'atmosfera nuova
con fili di seta
ed ammicca scherzoso fra i riflessi
del cielo spolverato.
C'è una gioia innocente
in questa infanzia della primavera;
c'è un sicuro abbandono
in Dio, che è tanto buono.