Amo la vita. Sento la dolcezza
del canto pieno che mi gonfia il cuore;
sento la forza chiara del pensiero
e un palpitare caldo nelle vene.
Tutto è scorso così: letizia pura
nella mia casa semplice e serena;
un grappolo d'affetti delicati
fra babbo e mamma gloria del mio cuore;
nella fede ho trovato la mia via
e tutto il cielo infine s'è chinato
per attirarmi l'anima al Signore.
Amo la vita: questa veste nera
che mi consacra a un fervido ideale
di lavoro slanciato avidamente
verso campi di grazia; questo incanto
d'intima giovinezza sempre in fiore.
Amo la vita: musica di gemme
pennellata d'azzurro a primavera,
bianca innocenza nell'inverno forte,
pace dopo la lotta che affatica,
conquista sempre aperta all'avanzata.
Amo la vita, dono dell'amore.

Penso alla morte: rapido schiantarsi
del sole; ripugnanza amara e nera.
E tremo. Ma Tu vegli nella luce
per attendermi all'ora del confine,
per cogliere il mio ansito smarrito
ed arrestarlo sul Tuo petto umano;
per dirmi che l'angoscia della croce
Ti ha soffocato l'anima nel sangue
quando anche Tu piangevi il nostro pianto;
per aprirmi lo sguardo alla speranza
in un eterno canto travolgente.

Tu vegli ed il tormento del mistero
si placa fiducioso nel Tuo nome:
Tu porti sempre il dono dell'amore.