Il Padre sei tu:
sei tu che risplendi
nei cieli.
Il Padre sei tu:
sei tu che mi chiami
dal nulla all'amore.
Il Padre sei tu:
sei tu che perdoni,
sei tu che dimentichi e accendi la gioia.

E quello che un giorno
mi ha dato alla vita,
e quello che ha fatto vibrare
nel mondo,
con unico timbro, per sempre, il mio nome,
è luce paterna che viene da te.
In lui la tua mano mi regge,
in lui mi sorride, discreto,
il forte tuo amore.

Lo guardo. Gli vedo sul volto
i segni di un lungo lottare;
gli vedo sul volto
la grazia di un umile onesto avanzare.
Lo guardo. Non ha la baldanza
degli anni ridenti,
ma in lui c'è l'incanto
di tutto un sapiente pensiero,
di tutto un gentile sentire.

Lo guardo; e non dico parole.
Tu, Padre dei cieli,
sorridi al suo cuore.